Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

I più bei festival di ice art nel mondo

I più bei festival di ice art nel mondo

CURIOSITÀ

Il fascino del ghiaccio

L’inverno, almeno alle nostre latitudini, è sinonimo di neve e ghiaccio. Tutti, chi più chi meno, proviamo un’attrazione irresistibile per la neve, torniamo bambini nel vederla, toccarla, calpestarla, usarla per creare pupazzi o qualunque altra cosa ci suggerisca l’immaginazione del momento. L’arte di modellare la neve esiste da sempre.

Diverso è per il ghiaccio, che a causa della sua durezza è difficile da manipolare a mano libera; ciononostante però, rimaniamo strabiliati nell’osservare come il ghiaccio si modelli da solo, goccia dopo goccia, per esempio formando lunghissime stalattiti o bloccando in una sorta di “fermoimmagine” lo zampillo d’acqua di una fontana o, addirittura, i salti d’acqua di intere cascate, come per esempio è successo recentemente alle cascate del Niagara. Il fascino che il ghiaccio esercita sulla nostra immaginazione è irresistibile; per comprenderlo è sufficiente pensare alla suggestione che ci provocano ogni volta le immagini provenienti dai poli, o alle innumerevoli fiabe, storie, film ambientati in fantomatici regni di ghiaccio.

I migliori festival europei

Siamo talmente affascinati da questo elemento che in molte parti del mondo si svolgono importanti festival di ice art che ogni anno attirano migliaia di visitatori.

In Belgio, per esempio, a Bruges tutti gli anni tra novembre e gennaio, la piazza della stazione diventa lo scenario in cui prende vita il Festival des Sculptures de Glace, un’opportunità per ammirare magnifiche sculture di ghiaccio realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo. Per l’occasione, vengono scaricate centinaia di tonnellate di ghiaccio e neve all’interno del tendone in cui si terrà il festival (12.000 mq di esposizione a -5 °C di temperatura!) e che prenderanno vita tra le mani degli artisti.

Anche l’Olanda ha il suo Festival delle sculture di ghiaccio: il famoso Jsbeeldenfestival, dedicato ogni anno a un tema diverso. Lo scorso anno, per esempio, il tema conduttore è stato la Fiaba: da Alice nel Paese delle Meraviglie, a Peter Pan, passando per I viaggi di Gulliver, e molti altri. Qui, lo spazio dedicato è di circa 3.000 mq in cui sono ospitate 100 sculture mantenute a una temperatura costante di -10 °C.

All’Oriente il primato di opere di ice art

Ma i festival più spettacolari dedicati all’arte di modellare il ghiaccio, si svolgono in Oriente, dove sorgono vere e proprie città di ghiaccio. Tra i più famosi al mondo c’è quello giapponese di Sapporo, capitale dell’Hokkaido, che prende vita a febbraio. Si tratta di una kermesse storica, esistente fin dagli anni Cinquanta, che attualmente si estende su un’area lunga 1,5 km e che ospita sculture immense, talvolta veri e propri palazzi che possono raggiungere i 15 metri di altezza, e sculture di ogni tipologia e foggia. Ma non solo: durante il festival è possibile assistere a spettacoli e concerti su veri e propri palcoscenici realizzati con solo ghiaccio.

Anche la Cina è famosa per la ice art e in particolare per l’Harbin Ice Festival, un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di quest’arte magica, che si estende su ben 750 mila metri quadri di superficie che ospitano palazzi e sculture interamente realizzati in ghiaccio e ispirati alla cultura tradizionale cinese, che quando cala il buio si animano di giochi di luce e colori da togliere letteralmente il fiato.

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.