Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

L’acqua ti fa bella: segreti per una pelle perfetta

L’acqua ti fa bella: segreti per una pelle perfetta

SALUTE E BENESSERE

Bella significa idratata
Quando si parla di bellezza, la prima cosa che viene in mente è una pelle giovane, luminosa, priva di imperfezioni e dal colorito uniforme: in poche parole, una pelle ben idratata. Ed ecco che ogni donna (ma adesso anche moltissimi uomini) custodisce, nel proprio armadietto del bagno, qualche “elisir di giovinezza”: fior di creme e sieri che promettono la più lucente e sana delle pelli.

Certo, le creme sono senza dubbio un validissimo alleato della nostra bellezza, ma per quanto eccezionali, non sono in grado di raggiungere gli strati più profondi della cute. Una pelle sana, e di conseguenza bella, richiede un lavoro profondo, nel senso più letterale del termine. È necessario infatti lavorare dall’interno.

La pelle è il nostro biglietto da visita
Ricordiamo sempre che il nostro organismo è costituito prevalentemente di acqua: l’acqua è ovunque e senza di essa le cellule non potrebbero svolgere le proprie funzioni né tantomeno rimanere in vita. Nessuno dei nostri organi sarebbe in grado di funzionare. Mantenere il giusto grado di idratazione è dunque la prima regola per far funzionare tutto come si deve.

Anche la pelle è un organo, anzi, per essere precisi è l’organo più esteso del nostro corpo: ci mette in comunicazione con l’ambiente esterno ed è il nostro primo biglietto da visita. Se qualcosa all’interno dell’organismo non funziona correttamente, la pelle assume un colore insano e manifesta tutta una serie di imperfezioni o problematiche di varia natura: semplificando, possiamo dire che è il nostro organo-spia. Un incarnato luminoso, omogeneo e privo di imperfezioni è sinonimo di buona salute.

 
Bellezza fa rima con depurazione
Perché ogni cellula del corpo riceva la giusta quantità di acqua è necessario bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno; quantità che deve essere incrementata in estate e in tutte le situazioni che comportano perdita di liquidi.

Anche il modo in cui l’acqua viene distribuita nell’arco della giornata è importantissimo: è inutile (e talvolta controproducente) bere smodatamente solo in uno o due momenti della giornata; l’acqua che beviamo va distribuita uniformemente nell’arco delle ventiquattr’ore, a partire dalla mattina appena svegli. Un bel bicchiere d’acqua al risveglio, infatti, depura l’organismo e stimola l’attività diuretica dei reni che sono stati al riposo per tutta la notte. Quest’ultimo aspetto è essenziale visto che grazie all’urina possiamo eliminare le scorie e le tossine dell’organismo. Bere quindi significa anche depurarsi.

Acqua significa più collagene ed elastina
Sembra incredibile, ma già pochi minuti dopo aver bevuto un bel bicchierone d’acqua, il metabolismo cellulare si riattiva, aumenta l’apporto di ossigeno alle cellule e, se l’acqua è minerale, si incrementa l’assunzione di sali minerali.

Bere significa donare linfa vitale alle cellule, stimolarle a produrre collagene ed elastina, le due proteine del tessuto connettivo responsabili di mantenere l’elasticità e il turgore della pelle. Non a caso sono anche le più reclamizzate nella maggior parte delle creme idratanti. Recenti studi hanno anche messo in evidenza che chi beve almeno due litri di acqua al giorno trae maggiori benefici da alcuni trattamenti di bellezza (laser, peeling ecc.) rispetto a chi beve poco. Insomma, non c’è da stupirsi che nella borsa delle donne più belle non manchi mai la bottiglia dell’acqua!

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.