Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

La forma dell’acqua e il suo peso. Come si misura il liquido più diffuso al mondo

La forma dell’acqua e il suo peso. Come si misura il liquido più diffuso al mondo

SCIENZE

Ogni cosa è misurabile. Un esempio a tavola

Immaginiamo di essere a pranzo: stiamo mangiando un’insalata e sulla tavola abbiamo anche il pane, l’acqua, il vino, l’olio; a fine pasto concluderemo in bellezza con un bel caffè fumante. Ognuna delle cose elencate è materia: il pane e l’insalata sono materia solida, hanno una loro forma definita e occupano uno spazio ben preciso; l’acqua e il caffè invece sono liquidi e occupano la forma della bottiglia, del bicchiere e della tazzina in cui vengono versati; infine il fumo del caffè è un gas che si libera dalla tazzina e si espande fino a dileguarsi nell’aria rilasciando il proprio aroma.

Dal momento che l’insalata, il pane, ma anche la bottiglia, la tazzina e il bicchiere sono solidi, possono essere descritti in base alla loro forma e a quello che comunemente è chiamato peso – ma che scientificamente viene indicato come massa – cioè la quantità di materia. I liquidi e i gas, invece, non possono essere descritti in base alla loro forma, poiché non la possiedono, ma al loro volume, cioè alla quantità spazio che occupano all’interno di un contenitore.

Tutto è relativo

Con il termine peso si indica la forza di gravità percepita da un corpo di una determinata massa. Quando diciamo che un corpo, per esempio un bicchiere, pesa 200 g, sarebbe più corretto dire che la sua massa è 200 g, mentre il suo peso dipende da dove questo bicchiere si trova: peserebbe meno sulla Luna, dove la forza di gravità è inferiore a quella terrestre, mentre se si trovasse su Giove, che ha una forza di gravità maggiore 2,6 volte rispetto a quella terrestre, peserebbe più che sulla Terra.

Conoscendo la massa e il volume di un corpo o di una sostanza siamo in grado di calcolarne la densità, cioè il rapporto tra la massa e il volume. Poiché la massa occupa spazi differenti, diverse sostanze avranno diverse densità. Ciò significa che se riempiamo una bottiglia da un litro con acqua, questa peserà 1 kg, se invece la riempiamo con dell’olio il suo peso sarà 0,926 kg, se con del vino peserà 0,995 kg. Gli effetti di questo fenomeno sono sotto gli occhi di tutti, quando per esempio cade dell’olio nell’acqua e ne vediamo le gocce galleggiare sulla superficie.

L’unità di misura dell’acqua

In quasi tutto il mondo, le unità di misura sono le stesse e fanno riferimento al SI, il Sistema Internazionale di unità di misura. Il litro, con cui siamo soliti misurare, appunto, l’acqua, non fa parte del SI ma è ormai comunemente accettato anche dalla comunità scientifica, data la sua vasta diffusione. Per l’esattezza, il litro è l’unità di misura del volume dell’acqua (nel SI, il volume viene misurato in metri cubi).

Tutti quanti ben conosciamo multipli e sottomultipli del litro, ma non tutti forse sanno che esiste anche un’unità di misura più “creativa”, il picolitro (corrispondente a un litro diviso mille miliardi) utilizzata per misurare il diametro di ognuno dei molteplici punti creati da una singola goccia di liquido spruzzata su un foglio: questo è utile per calcolare la definizione delle immagini stampate e infatti si usa soprattutto per l’inchiostro.

Insomma: tutto è misurabile ma tutto è relativo!

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.