Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

La vitamina D: un essenziale dono del sole

La vitamina D: un essenziale dono del sole

SALUTE E BENESSERE

Siamo in piena estate, il sole è entrato nelle nostre giornate portando con sé non solo il piacere di trascorrere il tempo libero all’aperto, ma anche un dono invisibile essenziale al nostro benessere. Stiamo parlando della vitamina D, elemento indispensabile per mantenere il corpo in salute, in particolare il tessuto osseo.

Circa il 20% della vitamina D presente nell’organismo è introdotta con l’alimentazione, mentre quasi l’80% viene prodotta nella pelle esposta ai raggi solari. Di solito un’esposizione giornaliera al sole di volto e braccia per circa 10-15 minuti durante i mesi estivi è sufficiente per assicurare una sufficiente produzione di vitamina D.

Tuttavia, alle nostre latitudini, soprattutto nel periodo autunno-inverno-primavera, gran parte della popolazione presenta valori insufficienti di vitamina D a causa della scarsa esposizione ai raggi solari.

Questo problema riguarda soprattutto la popolazione anziana, perché spesso è meno soggetta ad uscire e perché la pelle con il tempo riduce la capacità di formare vitamina D.

Oltretutto, in questa primavera 2020, la situazione si è aggravata per via della forzata segregazione in casa causata dal virus Covid-19, che ci ha impedito di godere di tante giornate di bel tempo.

È dunque arrivato il momento di recuperare, uscendo e sottoponendoci al bacio del sole!

Pensate che la vitamina D, una volta attivata nell’organismo, è indispensabile per aumentare del 30-80% l’assorbimento intestinale del calcio, il quale, in seguito, diventa disponibile per i processi fisiologici ai quali occorre e per la mineralizzazione dello scheletro.

Valori costantemente bassi di vitamina D portano quindi a una compromissione della mineralizzazione dello scheletro e a una condizione detta osteomalacia, che contribuisce alla fragilità ossea.

La vitamina D attiva è anche fondamentale per il mantenimento di una buona funzionalità muscolare. Valori molto bassi di vitamina D sono associati a una compromissione muscolare, che predispone a cadute più frequenti e, di conseguenza, maggiori probabilità di fratturarsi.

Ecco quindi perché c’è bisogno di assumere calcio a sufficienza e di produrre la necessaria vitamina D in tutte le fasi della nostra vita, ed in particolare per:

  • costruire lo scheletro nella fase della crescita
  • rafforzare lo scheletro nell’età adulta
  • prevenire fratture o rifratture nella terza età.

Un pic nic all’aria aperta, consumando una dieta ricca di nutrienti e bevendo un’acqua calcica come Uliveto è un buon modo per fare del bene al nostro organismo.

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.