Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

Pelle bella e idratata anche in estate

Pelle bella e idratata anche in estate

SALUTE E BENESSERE

Evitare le scottature




In estate al mare, una delle cose alle quali non si può proprio rinunciare è l’abbronzatura: il colorito ambrato fa subito apparire la pelle più in forma e più luminosa. Per assicurarsi una bella tintarella però è necessario utilizzare le giuste precauzioni, affinché quello che dovrebbe essere un bel colorito sano non si trasformi in un’accozzaglia di colori marroni, con chiazze sparse e un incarnato spento.



Le precauzioni, quando si parla di sole, non sono mai troppe e la regola numero uno è prevenire il più possibile le scottature: per noi sono semplici “bruciaturine” ma per la nostra pelle sono traumi veri e propri, che distruggono le cellule o possono alterarne le funzioni. Quindi, innanzitutto, seguite i consigli di qualunque medico: evitate di esporvi al sole nelle ore centrali della giornata e, soprattutto, affidatevi a delle ottime creme protettive. Se poi volete evitare la comparsa precoce di rughe (a volte d’estate compaiono rughette anche laddove non ne avevamo), utilizzate una protezione molto elevata (SPF 30 o 50) nelle zone più sensibili del viso: intorno agli occhi e sulle labbra. Anche gli occhi possono risentire dei nocivi raggi UV, quindi tenete sempre a portata di mano un buon paio di occhiali da sole.




Esfoliare la pelle





Detto questo e risolto il problema “esposizione al sole in spiaggia”, sono svariati i modi per prendersi cura della propria pelle anche in estate; anzi, proprio in questo periodo, le accortezze e le cure non sono mai abbastanza. Innanzitutto è bene ricordare che quando fa caldo i batteri proliferano più del solito sulla nostra pelle, la quale andrà più soggetta alla formazione di bollicine e brufoletti che, con l’aiuto del sudore, si moltiplicano.



Il modo migliore per prevenirne l’insorgenza è esfoliare sia la pelle del viso che quella del corpo con prodotti delicati e poco aggressivi: sarà sufficiente eseguire questa operazione una o due volte a settimana a seconda delle esigenze. Se state pensando che esfoliare significhi perdere l’abbronzatura, è giunta l’ora di sfatare questo mito. In realtà, infatti, accade proprio il contrario: una pelle ben esfoliata si abbronza meglio e mantiene l’abbronzatura più a lungo.




Idratare, idratare, idratare!




Non fatevi mai mancare l’acqua fresca e distribuitela lungo tutto l’arco della giornata: un vero toccasana, per esempio, è un bel bicchierone d’acqua appena svegli. Ricordate che in estate è necessario incrementare l’introito di liquidi sia bevendo acqua sia consumando tanta frutta e verdura (meglio se cruda). Fate un bel carico di vitamina C, che è un antiossidante naturale e che perciò prepara la pelle all’esposizione ai raggi solari, proteggendola da eventuali stress ossidativi.




Via libera quindi agli agrumi, ai kiwi, alle fragole e alle ciliegie: tutti frutti ricchissimi di questa vitamina. E tra le verdure non fate mancare sulla vostra tavola lattughe, radicchi, spinaci e broccoletti; anche le patate novelle sono un ottimo alleato. Se detestate frutta e verdura potete optare per integratori vitaminici ma il loro effetto non potrà mai essere equiparato a quello del cibo fresco. Ovviamente, rinunciate tutto ciò che affatica l’organismo: fritti, carne rossa ogni giorno, insaccati e in generale tutti i cibi troppo elaborati. Il segreto sta nella naturalità: tutto ciò che consumiamo si tradurrà in una pelle più o meno sana.

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.