Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

Come gli sportivi affrontano il caldo

Come gli sportivi affrontano il caldo

SPORT

Modifichiamo le nostre abitudini




I veri sportivi, è risaputo, non si fermano quasi davanti a niente: non importa se piove, fa freddo oppure se, al contrario, le temperature sono troppo elevate. Loro corrono, si allenano, saltano, tirano su pesi; insomma, sembrano inarrestabili in qualunque condizione. Certamente la determinazione, l’esercizio quotidiano (inteso anche come abitudine a certi orari e a certi ritmi) e il fisico allenato aiutano, ma anche il più performante degli sportivi, quando fa troppo caldo, con il sole a picco e le temperature proibitive, deve in qualche modo adeguarsi alle condizioni ambientali e rivedere le proprie abitudini.

Gli effetti collaterali del solleone ormai li sappiamo e affaticarsi eccessivamente con temperature elevate può mettere a dura prova anche il più allenato dei fisici. Come fare quindi per non rinunciare all’allenamento quotidiano ma al tempo stesso evitare problemi?




Allenarsi di buon mattino




I consigli più utili sono soprattutto quelli dettati dal buonsenso. In primo luogo, durante i mesi estivi, è buona regola evitare di allenarsi nelle ore più calde, soprattutto se l’allenamento deve svolgersi all’aperto. Per chi proprio non riesce a rinunciare alla corsa o alla camminata giornaliera, molto meglio spostare il tutto alla sera o, meglio ancora, anticipare alle prime luci dell’alba.



Certo, spostare la lancetta della sveglia di un’ora e mezzo (a volte anche di più) può essere molto pesante i primi tempi, ma chi ce la fa garantisce che è una scelta azzeccata: l’aria fresca del mattino appena svegli è un vero toccasana, e dopo l’allenamento, la doccia e una buona colazione promettono già un inizio di giornata col piede giusto; e l’umore è già alto perché il nostro organismo, allenandosi, ha prodotto endorfine, le molecole (appunto) del buonumore.




Nel periodo estivo, con più tempo a disposizione per praticare un po’ di attività fisica, possiamo affidarci a chi di sport se ne intende. Noi di Acqua Uliveto, insieme alle federazioni italiane di atletica, rugby, pallavolo e nuoto, abbiamo creato una sezione dedicata all’allenamento. Con l’aiuto di 4 giovani promesse dello sport italiano abbiamo dato vita a Uliveto 4U, un programma di allenamento di facili video esercizi da fare a casa e consigli utili per una corretta alimentazione.



Alimentazione giusta e acqua



Anche l’alimentazione infatti è una freccia vincente all’arco dello sportivo. In estate, più che in qualunque altro periodo dell’anno, questa deve essere rivista, aumentando notevolmente l’introito di frutta e verdura, soprattutto cruda, ed evitando di affaticare gli organi con alimenti di difficile digestione (carne rossa, fritti ecc.). Sì quindi a tutti gli alimenti ricchi di liquidi: il caldo e l’allenamento infatti fanno sudare moltissimo e tutti i liquidi persi devono essere prontamente reintegrati.


Via libera soprattutto all’acqua minerale, il cui apporto non dev’essere inferiore a 1,5-2 litri al giorno (ma che può aumentare notevolmente in caso di condizioni ambientali proibitive o allenamento molto intenso) e che non deve possibilmente essere consumata ghiacciata: meglio fresca o a temperatura ambiente. Anche gli integratori, in questo periodo, possono essere un valido aiuto, ma senza esagerare, per evitare di non alterare l’equilibrio idrosalino delle cellule e nei tessuti. Le regole da seguire sono poche, ma i benefici molti!

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.