Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

L’acqua e lo sport: bere bene per allenarsi meglio

L’acqua e lo sport: bere bene per allenarsi meglio

SPORT

Allenarsi con costanza è importante sia per uno sportivo agonista, che desidera raggiungere sempre migliori prestazioni, sia per chi non lo è, per mantenersi in forma e in buona salute.

Quando si pensa al regime alimentare di chi pratica sport, spesso ci si limita a prendere in considerazione qualità e quantità del cibo, relegando l’acqua a un ruolo secondario, ritenendo che per reidratarsi sia sufficiente bere quando si avverte lo stimolo della sete.

Questo però è un errore, perché idratarsi costantemente consente di avere prestazioni migliori e di recuperare meglio dopo uno sforzo.

La quantità di acqua presente nel nostro corpo varia a seconda del sesso e dell’età, ma in ogni caso si aggira tra il 50% e il 60% del nostro peso complessivo.

Tutte le funzioni del nostro corpo si basano sull’acqua, che si trova distribuita nello spazio tra le cellule oltre che nei tessuti e nel plasma.

Il nostro corpo contiene inoltre elettroliti e sostanze minerali che svolgono varie funzioni e che, nel caso dell’attività sportiva, sono importanti perché svolgono un ruolo necessario alla contrazione dei muscoli (calcio, sodio, fosfato, potassio e magnesio), oltre che al corretto funzionamento del sistema nervoso.

Per questo è importante che lo sportivo scelga l’acqua minerale anche in base alla sua composizione e prediliga dunque quella che gli può fornire una giusta quantità di questi importanti nutrienti.

Relativamente all’attività sportiva, l’acqua che si trova all’interno del nostro organismo assolve a due funzioni:

– la prima è quella di trasportare nutrienti ai muscoli – sali minerali ed elettroliti – per permetterne il funzionamento;

– la seconda è quella di disperdere il calore prodotto durante l’attività fisica stessa attraverso il sudore.

Se durante la normale attività quotidiana queste due funzioni coesistono senza problemi, nel momento in cui si pratica sport l’aumentata produzione di sudore potrebbe rendere difficoltosa l’altra funzione, non solo peggiorando le prestazioni, ma provocando anche sofferenza agli organi del corpo.

Ecco quindi che mantenere l’organismo costantemente idratato, assumendo almeno 1,5 l di acqua al giorno, fa sì che ci sia un minore rischio di disidratazione e una minore necessità di bere troppo durante lo sforzo.

Prediligere un’acqua minerale bicarbonato-calcico – come Acqua Uliveto – aiuta a mantenere corretti livelli di questi importanti minerali, non solo in funzione della prestazione sportiva, ma anche perché il calcio contenuto nell’acqua, immediatamente assorbibile, permette la corretta riformazione ossea, a sua volta stimolata dall’attività sportiva.

Ecco quindi alcune semplici regole da seguire per chi pratica sport:

1. Chi pratica attività̀ sportiva, sia a livello agonistico che amatoriale, dovrebbe alimentarsi in modo sano. Oltre dunque ad assumere una dieta completa, ricca di carboidrati, frutta e verdura e povera di grassi, occorre idratarsi correttamente e costantemente per mantenere la forma fisica, avere buone prestazioni e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

2. È importante assumere adeguate quantità̀ di acqua quando si pratica uno sforzo prolungato.

3. Occorre bere costantemente, durante tutta la giornata e non solo quando si avverte lo stimolo della sete. Nel momento in cui si fa attività sportiva meglio bere a piccoli sorsi e idratarsi prima, durante e dopo l’attività.

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.