Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

Il sudore: tanto importante quanto poco conosciuto

Il sudore: tanto importante quanto poco conosciuto

SPORT

Che cos’è il sudore

Il sudore è una soluzione di acqua e sali minerali. Viene rilasciata sotto forma di piccole gocce sulla superficie della pelle, allo scopo di eliminare acqua dal corpo e abbassare la temperatura corporea quando è troppo elevata. Viene secreto da apposite strutture, le ghiandole sudoripare, che si trovano nel derma, la parte più profonda della pelle, e che hanno la forma di un gomitolo terminante con un tubicino da cui esce proprio il sudore. Le ghiandole sudoripare sono disseminate in varie parti del corpo, ma principalmente sulla fronte, nel cuoio capelluto, nelle ascelle, sui palmi delle mani e nelle piante dei piedi.

Nel sudore, oltre all’acqua sono presenti alcuni sali minerali, soprattutto cloro, sodio, potassio e magnesio. Sodio e cloro, che in soluzione formano il cloruro di sodio (il sale comune) sono i responsabili del sapore salato del sudore. Ma il sudore è anche piuttosto acido e ce ne accorgiamo quando, per esempio, qualche goccia di sudore ci finisce negli occhi e questi cominciano a bruciare.

La termoregolazione

Senza sudore noi non saremmo in grado di mantenere costante la temperatura corporea al variare della temperatura ambientale. Una delle caratteristiche dei mammiferi, e quindi anche dell’uomo, è proprio questa e prende il nome di termoregolazione. Nel derma si trovano moltissimi recettori che mandano segnali ai centri dell’ipotalamo e regolano la temperatura corporea. Quando per esempio facciamo sport e ci accaldiamo molto, o quando la temperatura esterna è molto elevata, i recettori del derma si attivano, inviano segnali all’ipotalamo, il quale a sua volta manda impulsi nervosi alle ghiandole sudoripare, facendo aumentare la secrezione di sudore. Contemporaneamente invia anche segnali ai vasi sanguigni, inducendoli a dilatarsi e facendo aumentare il flusso sanguigno in superficie, disperdendo così calore nell’ambiente. Nel momento in cui il sudore comincia a imperlare la pelle, questa si raffredda così come il sangue sottostante che la irrora. Il sangue poi torna in circolazione e raffredda tutto il corpo.

I liquidi persi vanno prontamente reintegrati

Sudare perciò è essenziale al mantenimento della temperatura corporea. Al tempo stesso però comporta la perdita di grosse quantità di liquidi. Si stima che la maggior parte di noi possa produrre circa un litro e mezzo di sudore ogni ora. Ma in situazioni di particolare caldo, se per esempio la temperatura esterna è davvero molto elevata, la quantità di sudore prodotta dall’organismo umano può quadruplicare arrivando fino a quattro o addirittura sei litri all’ora. Si tratta di una quantità impressionante di liquidi persi.

Se da una parte la perdita di acqua ci rinfresca, dall’altra però limita la capacità del sangue di trasportare il glucosio e l’ossigeno verso i muscoli sotto sforzo (in caso di intensa attività fisica) e di eliminare i prodotti di rifiuto del metabolismo, come l’anidride carbonica e l’acido lattico. Per questo motivo, durante e dopo l’attività fisica, è necessario bere grandi quantità (ma a piccoli sorsi) di acqua minerale per reintegrare i liquidi. Particolarmente indicata sarà un’acqua minerale bicarbonato-calcica, carica al punto giusto di bicarbonato, sodio e calcio per migliorare la prestazione sia in allenamento che in gara. Inoltre questi elementi contrastano un po’ l’acido lattico che si produce nello sforzo e favoriscono l’assorbimento dell’acqua e l’idratazione dei tessuti.

Leggiamo insieme l’etichetta

Conosciamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, per capire se è quella giusta per noi.
Leggendo l’etichetta, scopriamo che Uliveto è un’acqua: mediamente mineralizzata, il suo residuo fisso è di 741 mg/l bicarbonato-alcalino-calcica, ricca sia di bicarbonato (578 mg/l) che di calcio (175 mg/l).

Effervescente naturale
Ciò significa che i minerali contenuti sono perfettamente bilanciati tra loro e svolgono attività biologiche utili 
al generale benessere dell’organismo, soprattutto 
nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.

Uliveto è un’acqua bicarbonata, che aiuta la digestione e combatte la stipsi

Se bevuta durante i pasti accelera lo svuotamento gastrico e svolge un’utile azione anti acidità se bevuta a digiuno.

Uliveto è un’acqua ricca di calcio biodisponibile, utile per la salute delle ossa

Il calcio contenuto in Uliveto viene subito assorbito dall’intestino e quindi metabolicamente utile con una biodisponibilità pari a quella del calcio contenuto nel latte. L’acqua Uliveto può, quindi, contribuire all’integrazione dell’apporto di questo prezioso minerale, in tutte quelle condizioni in cui l’organismo sia esposto a un concreto rischio di inadeguato apporto di calcio come negli atleti, nei regimi alimentari ipocalorici, nelle intolleranze al latte e ai suoi derivati, in gravidanza e negli anziani

Uliveto è ricca di minerali utili per la re-idratazione prima, durante e dopo lo sport

È adatta a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali, dilettanti o professionisti. L’acqua Uliveto risponde alle esigenze nutrizionali di chi fa attività fisica, reintegrando la quota idrico-salina persa durante la sudorazione (soprattutto il sodio) e corregge la tendenza all’acidosi.

Uliveto contribuisce al mantenimento di un fisiologico stato di salute.

Un’acqua che favorisce la digestione e l’assimilazione dei cibi ingeriti, una migliore funzionalità intestinale, che apporta minerali importanti, si può dire che sia anche un’acqua che aiuta, nel tempo, a mantenere l’organismo attivo ed efficiente contrastando il lento procedere dei meccanismi disfunzionali legati all’età.